Secchezza oculare

La costituzione e la composizione del film lacrimaIe, sono influenzate da molteplici fattori, Ciò riveste molta importanza in quanto una alterazione del film può dare origine ad una vera e propria patologia oculare.

La presenza di alterazioni del film lacrimale, essendo questo costituito da una struttura complessa, sta a significare anche una variazione dei suoi equilibri bio-fisici sia nelle condizioni statiche che dinamiche, cioè di continua modificazione e rinnovamento determinato dalla evaporazione e dall’ammiccamento palpebrale.

La rottura di tali equilibri avrà come conseguenza la perdita dell’importante caratteristica ottica dell’ occhio, la trasparenza. Il fenomeno di modificazione e rinnovamento è legato al processo dell’evaporazione. Infatti un liquido, disteso su una superficie, forma uno strato il cui spessore non può ridursi sotto un livello critico determinato dalle caratteristiche della superficie e del liquido.

Se lo spessore del liquido si riduce sotto tale valore critico, il film si rompe e compaiono delle “chiazze secche”. Esse sono la causa della sensazione fastidiosa di “sabbia negli occhi” e della sgradevole visione offuscata. La conseguenza più immediata è l’esigenza di ammiccamenti sempre più frequenti nel tentativo di lubrificare meglio l’epitelio corneale.

La maggior parte delle volte la sintomatologia è la fotofobia ed epifora provocata da un’eccessiva lacrimazione (conseguenza della mancanza di lacrimazione).